12.12.04

Amore eterno

Gabriel Windfeather giunge a lenti passi, dopo aver attraversato le vie della citta' che dalla Torre Caduta conducono al ponte, che il giovane si appresta a percorrere. Ombra tra le ombre, il giovane cammina a capo chino, i neri occhi fissi al suolo, mentre i ricordi risvegliati dall'incontro in taverna lo tormentano per l'ennesima volta... solo, nella notte, il ragazzo muove i primi passi sul ponte, mentre una lacrima solitaria fa capolino all'angolo del suo occhio sinistro, per poi scivolare lungo la guancia ancora imberbe del ragazzo...

tarda e' l'ora, fredda l'aria, nonostante placido sia il vento, e non vi sia pioggia a riempir l'aria... ma deserto e' il loco, solo oscurita' e gelo vi dimorano, poche sono le torce accese a illuminar il ponte, renderlo sicuro per... nessuno... solo uno, un avventuriero rischia or la gelida notte sul ponte, l'oscurita' che lo abbraccia...

Gabriel Windfeather si stringe di piu' nel mantello, rabbrividendo per il gelo che non solo il suo corpo prova... ben piu' tremendo e' quello che sente nel cuore e nell'animo, lacerati da mille emozioni e desideri contrastanti, sopra i quali ormai troneggia il bisogno di pace, di far cessare quel tormento... freddo e' il volto del ragazzo, solo i neri occhi tormentati riflettono il suo stato d'animo... l'immenso vuoto lasciato nel suo cuore dalla scomparsa del suo amato...

ed in quel gelo, quel gelo invernale, che tutto abbraccia, tutto copre, sul ponte deserto, ora, d'improvviso, un nuovo gelo si sostituisce attorno al corpo del giovane Gabriel, come abbraccio, un gelo di calore intriso, calore, che direttamente nell'anima si insinua, ed una voce, cosi' vicina all'orecchio ora, una voce cosi' familiare, amata... a sussurrare "amor mio..."

Gabriel Windfeather arresta il suo passo a quella sensazione... i neri occhi del giovane si sgranano, increduli, al suono di quella voce... certo quasi che si tratti di un'allucinazione, un altro crudele inganno della sua mente... ma quel calore che sente nel cuore accende in lui una debole speranza.. "Njehem? Amor mio?" chiama in un bisbiglio, mentre i suoi battiti accelerano all'impazzata...

lentamente, ormai dimentico il gelo d'inverno che lo circonda, come, da quella nuova sensazione protetto, da quel calore che l'anima tutta gli pervade preso, Gabriel, sente quella presa, quel dolce abbraccio, lentamente scivolare, ruotare attorno a se, ed or, da dinnanzi a se par provenir la voce che gli sussurra... "Amor mio Gabriel, si... sono io si... io tuo Njehem... tuo in eterno... tuo anche or che son morto..."

Gabriel Windfeather sorride, ora, radioso come se il suo volto riflettesse il calore che prova dentro di se, lacrime di nostalgica gioia fluiscono dai suoi occhi, che ora chiude, con le braccia tenta di cingere l'amato quasi a voler credere che egli si trovasse li’ in carne ed ossa. "Amor mio... amor mio sei qui, sei venuto da me... sei qui con me amor mio... " proferisce, in un sussurro, singhiozzando in quell'incorporeo abbraccio consolatore...

per tutta risposta, inconfondibil risposta, inconfutabil prova, viene infin silenziato il giovane bardo, familiare sensazione di gelido calore, or, sulle di lui labbra va a posarsi, tenero bacio, spettro di cio' che fu perduto, spettro, che or nella di lui anima, a riempirla, scaldarla va... lunghi, lunghi secondi cosi' rimanendo, in attesa... prima di, staccarsi infine, lasciar aria, spazio alle parole, che dall'invisibile, quasi incorporea essenza, vengono ora pronunciate... "sempre con te Amore mio, sempre vicino a te piccolo mio... sempre, in eterno... nel bene e nel male... shh... smetti di piangere... Njehem tuo e' tornato..."

Gabriel Windfeather resta con gli occhi chiusi, in quell'abbraccio, quel bacio... cosi' familiare, cosi' necessario.. una sensazione che il giovane credeva perduta per sempre... e quando l'essenza del suo amato si stacca da lui, il giovane pare quasi rinato, cancellate dal suo volto le sofferenze patite, come se null'altro piu' al mondo importasse... "In eterno, amor mio... non lasciarmi piu'... "sussurra, senza però riuscir a smettere di piangere, nonostante il sorriso "Resta con me, Njehem, amor mio... ti amo... "

silente rimane in quell'abbraccio or lo spirito, invisibile, ma tangibile dell'amato di Gabriel, silente, ad ascoltare, osservare, l'amato, ancor vivo, sofferente, ma ancor vivo e presente, le di lui lacrime, verso cui, lentamente, or si avvicina, e dolce sensazione di gelido calore, or sente scorrere Gabriel sulle proprie gote, lungo la linea delle lacrime, come labbra, ivi posate per raccoglierle, senza pero', purtroppo, riuscire ad ottenere il risultato, nonostante i tentativi, ed ancora ed ancora teneri baci sulle gote tutte posa, prima di, infine, arrendersi, e rimaner ancora li, ancora al vivente stretto, a sussurrare "mai... mai ti ho lasciato amor mio... ti amo, ti amo anche io con tutto me stesso, e mai ti ho lasciato, un attimo, con pensieri o atti, mai... sempre ti amo, sempre ti amerò, e sempre accanto ti resterò, che tu mi senta, che tu mi veda, non importa, io sarò sempre qui, ora, e sempre, per te..."

Gabriel Windfeather singhiozza, senza riuscire ad arrestar le sue lacrime, a quel tocco spettrale sussultando, teneramente sorridendo. "Amor mio, tornare e non trovarti e' stato ...terribile... pensavo ti avessero portato via... quando ho saputo che eri morto io.. credo di essere impazzito... io... oh amor mio, ma tu lo sai meglio di me, vero? Perdonami... e' tutta colpa mia, amor mio... perdonami... ti amo, ti amo, non avrei mai, mai, mai voluto farti soffrire... ma adesso... non ci lasceremo piu', mai piu'... per sempre, amor mio.. .sara' per sempre..."

"per sempre per sempre per sempre..." or, in coro con il giovane bardo, prende a cantilenar lo spettro, mentre piu' stretto, piu' passionale pare farsi la di lui stretta, il di lui abbraccio, attorno a Gabriel, piu' in profondita' andando il calore che trasmette, calore d'amore, e' chiaro ora, nell'anima martoriata del giovane bardo, "... per sempre per sempre..." ancora proferisce, ancora sussurra, lentamente, le proprie spettrali labbra a quelle viventi di Gabriel avvicinando, ora, a sfiorarle, in quel proferire convulso, continuo...

Gabriel Windfeather Un singulto ora scuote il corpo del giovane, mentre disperatamente tenta di stringere a se lo spettro, di toccarlo... non gli importa di non riuscire a vederlo, ma vorrebbe abbracciarlo, stringerlo, carezzargli i capelli... lacrime rigano il volto del ragazzo mentre le sue labbra incontrano quelle spettrali dell'amato, solo in parte placando il desiderio, il bisogno disperato che ha il giovane bardo del suo amato Njehem... enorme e' pero' gia' il conforto a lui portato da quell'effimero abbraccio, dal quale mai piu' vorrebbe liberarsi...

e similmente al vivente amante, anche lo spettro or in quell'abbraccio rimane bloccato, incapace di sciogliersi, di scioglierlo, incapace, non volendo, tornar da dove venne, da dove riusci' a fuggire... o forse... da dove fu rilasciato, e nuova passione riversa ora in un nuovo, spettrale bacio, che al terreno amante, unico amor di una vita, dona, tutto se stesso, in quel singolo, invisibile gesto, dona, in quello, pensieri, emozioni trasmettendo, piu' che parole, un chiaro... "per sempre..." prima di, infine, riluttante, a Gabriel con tutte le proprie spettrali forze tentando di aggrapparsi, esser trovato, e dall'amore, strappato, ancora, nella notte, gridando... "per sempre!"

Gabriel Windfeather spalanca gli occhi quando quel bacio, quell'abbraccio meraviglioso cosi' bruscamente vengono interrotti... un grido lacerante scaturisce dalla gola del ragazzo, nonostante le parole dell'amato ancora riecheggino nell'aere. "Amor mio! Amor mio resta con me!" grida, parole che si perdono nella fredda brezza... "Portami con te!" grida, piu' forte, cadendo in ginocchio, le braccia tendendo verso il cielo...

e lentamente, si spegne anche l'ultimo eco dell'urlo di Njehem, torna infine la pace, la quiete, il gelo, invernale gelo misto ad oscurita', che torna, infine lento, padrone di tutto... ma improvvisamente, nuovamente quella quiete viene rotta, or, bruscamente, familiare voce, spettrale voce da corpo invisibile, nel cielo or riecheggia, in un disperato "NOOOO! Per Sempre!" e rapido torna in terra lo spirito innamorato, rapido torna verso l'amato correndo, rapido, a riabbracciarlo, infine, da altrove trascinato, li, sforzandosi di rimanere...

Gabriel Windfeather in ginocchio a terra, singhiozzando, nuovamente sente su di se' il calore spettrale dell'amato, che nuovamente cerca di abbracciare... "Per sempre, amor mio..." gli ripete a sua volta, a voce alta, disperazione mista a sollievo per il rinnovato contatto... "Non ti lascio andar via... non ti lascio, amor mio, vengo con te..." singhiozza, piu' piano, ora... tacciono le voci nella sua mente, il giovane dai capelli d'argento segue solo quella del suo cuore....

"per sempre... per sempre si amor mio, per sempre, assieme per sempre..." risponde ora quasi tornando a cantilenare, a sussurrare mentre il proprio abbraccio, sempre piu' stringe, sempre piu' sull'amato, sua ancora, sempre piu', non sulle mortali carni, il cui tocco raffredda e passa senza quasi sentirle, ma sulla di lui anima, stretta d'amor, amor che scalda, che penetra e sempre piu' assieme si salda, mentre di resistere cerca a quelle forze che altro cerca di trascinarlo, con forza immane, con forza che or, si va a ripercuotere sull'anima di Gabriel, quasi, con se andando a trascinarla... Gabriel, con l'anima propria, finalmente, ora, sembra aver afferrato qualcosa, tra le braccia, le spirituali braccia dell'anima innamorata...

Gabriel Windfeather "Per sempre..." continua a sussurrare, all'unisono con il suo amore ritrovato, mentre la sua stretta sente, dentro di se'... mai cosi' profondo e' stato l'abbraccio fra i due amanti... abbraccio a cui il giovane non si sottrae, anzi... con tutte le forze l'anima del ragazzo tenta di stringere a se' quella del suo amato Njehem, non volendosene mai piu' separare... "Per sempre, amor mio..." ripete ancora, or non riuscendo a distinguer le parole pronunciate da quelle solo echeggianti nel fondo del suo cuore...
"per sempre..." risponde ancora l'anima nell'anima, del defunto Njehem l'essenza, che sempre piu' a quella dell'amato si stringe, ormai, quasi senza piu' opporsi al trascinamento delle superiori entita', ormai, solo pensando all'amore ritrovato, a quell'abbraccio, quel calore, che in se sente, che riesce a trasmettere, al tutto, che or sta divenendo con l'amato Gabriel, la cui anima, cosi' stretta a quella del defunto amato, or, sempre piu' il contatto perde con il proprio corpo, con le proprie mortali spoglie, da cui, lentamente, lentamente, volta per volta, si stacca, qualcosa, si oscuro, lurido, lasciandovi, epurata, lentamente, stretta in quell'amore, ormai eterno, sale, lentamente, verso un altro piano di esistenza... infine, il corpo, come burattino a cui vengono tagliati i fili, lasciando cadere, a terra, sdraiato... in quiete, per qualche secondo... poi... uno sbuffo, dalla bocca dal naso, nero, nella notte sale, si confonde, e poi... la quiete, il gelo invernale... ed un corpo senza vita...

blowed by Allie | 12.12.04 0 comments

Un piccolo blog dedicato ai miei personaggi di Dungeons and Dragons, e non solo. E' probabile che prima o poi ci finisca del Fantasy... e chissa' cos'altro. Siete avvertiti! xD ( <--- Warning: blog ad alto contenuto di faccine ^.^)

About me:
Allie
Name:Lara Alexandra B.
Date of Birth:9/10/81
Nick:Allie
Contacts:e-mail & MSN:alliegraywords@tin.it
Hate:Rompipalle, presuntuosi, arroganti, fumo, discoteche, droghe, aver fretta, dover aspettare, i mouse senza rotella
Love:*Spirit e Cassandra*, cani, bimbi, cose colorate, dolci, cibi vari, fantasy, D&D, Stephen King, tarocchi, bambole My Doll

Fanlisting:

Archivi:

  • 11.2004
  • 12.2004
  • Che tempo fa qui a Modena:
    The WeatherPixie
    Fase lunare:
    moon phases
     

    Music:
    Blind Guardian,Rhapsody, Sonata Arctica, Kamelot, Domine, altre canzoni Metal assortite, alcune canzoni italiane, moltissime canzoni degli anni '60 sia italiane che straniere

    Books:
    Stephen King: tutti in particolare la saga della Torre Nera, J.R.R. Tolkien: tutti in particolare ISDA e Il Silmarillion, G.R.R. Martin: Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, David Gemmell: vari autoconclusivi, Katharine Kerry: Il ciclo di Deverry, Katharine Applegate: Animorphs e Everworld, vari libri sui Forgotten Realms (tra cui, sfortunatamente, la Trilogia di Avatara), Valerio Massimo Manfredi: vari, altri libri fantasy e non che non mi vengono in mente xD

    Pensieri:




    Eye of Void:
    Eye of Void su Yahoo! Gruppi
    Tag board:

    Fave Sites:
    Template X Tutti
    .:Midian:. D&D IIIa ed-Forgotten 

Realms
    GdRItalia
    The Dark Tower.net
    La soffitta dei nerds
    A Cursed Love

    Link me:

    My dolls:

    Stickers:

    Which HP Kid Are You?

    Lathander's Symbol

    You are the youthful God LATHANDER! A Greater power, your portfolio covers dawn, renewal, vitality and spring. Glorious and new, you stand for much more than you seem capable of.

    Which Forgotten Realms (D&D) human deity are you? (COMPLETE!)
    brought to you by Quizilla

    In medieval Europe, dragons were considered mostly evil and a generally bad omen. Christianity linked the dragon with Satan because of the dragon's snake-like appearance. However, to the Orient cultures the dragon was a symbol of wisdom and royalty. It was a benign animal and the fifth creature of the Chinese zodiac. It resided over the east and the sunrise. It was also said to bring rain and the springtime. The dragon is interesting because it combines all four elements: air, earth, fire, and water. It could fly, had the horns of a ox, breathed fire, and resided over the moon.
    What mythical beast best represents you?Take the quiz!


    Lady Macbeth

    Which woman of Shakespeare are you?
    brought to you by Quizilla


    You are Spike. Insane, but extremely cute.

    Which Buffy Character Are You?
    brought to you by Quizilla

    Earth
    Your element is earth: Wise, solitary, mysterious
    and loving. You are very wise. Your wise as in
    you know things others do not, you can see past
    stereotypes and see the real people behind
    their facades, and people will often come to
    you for help and advice. Quite solitary and
    somewhat shy around people because you prefer
    animals and plants, animals aren't afraid to
    show themselves or what they are feeling and
    plants are fun to nurture. You are very strong
    in your silence if you set your mind on
    something you will often times pursue it to the
    end. Sometimes you just want to get away, so
    you seek refuge in the forest where you can
    have time to think and try to sort out your
    emotions. The sound of the wind usually calms
    you, especially moving through the trees. Life
    to you is something precious and should not be
    taken for granted.

    .:-|What is your true element?|-:. -With Anime Pictures and detailed answers-
    brought to you by Quizilla

    Aragorn
    Aragorn

    Which Lord of the Rings Character are you?
    brought to you by Quizilla

    Angel_Youth
    Youth

    ?? Which Angel Or Demon Are You ??
    brought to you by Quizilla

    CDocumentsandSettingsLindsayMyDocumentsMyPictures11_lulu.gif
    You are LuLu the least evil of all of them. Your
    just evil enough to not be an angel.



    Which Evil Girl Are You?
    brought to you by Quizilla


    Find your Role-Playing Stereotype at mutedfaith.com.

    AAccurate
    LLuxurious
    LLazy
    IIndustrious
    EEarthy

    Name / Username:

    Name Acronym Generator
    From Go-Quiz.com adesivo by TxT & stelladicarta

    +Adesivo by 

TemplateXtutti & Aras+

    adesivo by TxT & 

stelladicarta



    Thanks to:
    [Template] stelladicarta + TxT
    [hosting] Blogger
    [brushes] The Magic Box

    [image] Salvador Larroca, featuring Icarus (cover from Uncanny X-Men 438)